Sciopero dei lavoratori pubblici: il presidio a Reggio Emilia

di Eridan

Il 9 dicembre scorso lo sciopero dei lavori pubblici indetto dai sindacati confederali contro la carenza di personale nella Pubblica Amministrazione e per la stabilizzazione dei precari nel pubblico, lavoratori e lavoratrici della sanità in particolare, che hanno sofferto più di tutti la precarietà. A ciò si accompagnano le richieste di rinnovo dei contratti collettivi di Sanità, Enti Locali e Amministrazioni centrali scaduti da due anni.

http://www.rifondazione.it/primapagina/wp-content/uploads/2020/12/pubsub_f.jpgUna situazione quella dei lavoratori e lavoratrici pubblici che oltre ad essere messa in difficoltà dall’attuale situazione pandemica e della carenza di sicurezza e stabilità si è vista scontrarsi con le proposte demagogiche di taglio dei dipendenti pubblici per rilanciare l’economia o per solidalizzare con i lavoratori in difficoltà.

Invece che favorire l’applicazione di una patrimoniale come in fatto in Spagna per rifinanziare la sanità e i servizi pubblici ed affrontare la pandemia, la maggioranza delle classe politica ha preferito rivalersi contro chi lavora in tale settore, già da anni vittima di continui tagli al bilancio.

“E’ ora di abbandonare le ubriacature mercatiste e il primato dei profitti insensibili alla vita delle persone e investire la maggior parte delle risorse disponibili per ricostruire un pubblico all’altezza dei bisogni del paese. E per disporre del massimo di risorse necessarie e invertire la tendenza all’aumento delle disuguaglianze si tassino finalmente le grandi ricchezze a partire da un milione di euro in su.” così Rifondazione Comunista sullo sciopero del 9 dicembre, la quale ha annunciato ieri l’avvio di una campagna a sostegno del rilancio del settore pubblico e di 500.000 assunzioni con lo slogan “C’è bisogno di più pubblico, subito!”.

Anche nella nostra Regione i lavoratori e lavoratrici si sono mobilitati, gli abbiamo incontrati davanti all’Arcispedale di Reggio Emilia, il più importante polo sanitario della provincia e abbiamo parlato con il Segretario provinciale dell’FP CGIL, Mauro Nicolini.

Ascolta “Sciopero 9 dicembre 2020: intervista a Mauro Nicolini (FP CGIL)” su Spreaker.

Condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *